“Il recupero dei campetti sportivi” (funzione: sportiva)

 

ATTENZIONE !!

Questo sottoprogetto è al momento sospeso, causa inserimento dei terreni interessati nella lista dei beni comunali alienabili

 

Inquadramento e generalità

Presso la Fonte d’Ovile, proprio all’inizio della ciclopedonale prevista nel progetto comunale, ci sono due campetti sportivi all’aperto abbandonati da decenni (Tavola 2a): uno per il basket e l’altro per il calcetto.

Obiettivi
Si intenderebbe recuperare gli spazi ristrutturando gli spogliatoi e ridimensionando il campo di calcetto per adeguarlo alla normativa vigente.

Analisi dei bisogni
Il quartiere di Ravacciano e le contrade del Bruco e della Lupa hanno chiesto di poter tornare a frequentare questi spazi, oggi chiusi. Il sottoprogetto sarebbe agevolato dalla realizzazione della ciclopedonale che riapre un comodo accesso alla zona. Ovviamente non avrebbe solo una funzione locale, ma darebbe risposta alla carenza cittadina di campetti sportivi.

Attività e risultati previsti
Sono state svolte attività di pulizia nell’ambito della campagna “Puliamo il mondo” durante la quale il Comitato Ravacciano e il G.S. Alberino si sono affiancati a Legambiente per tornare a capire gli spazi disponibili e agevolare i rilievi. Sono così tornate alla luce reti e tabelloni da basket che erano stati completamente assaliti dalla vegetazione infestante.
La fase progettuale è già molto più avanti dell’obiettivo che il partenariato si è posto con il Patto di collaborazione (ossia la fattibilità tecnico/economica). Il G.S. Alberino, soggetto del partenariato referente per questo sottoprogetto, ha infatti già consegnato al Comune un progetto esecutivo.
Al momento questi terreni sono posti nella lista dei beni alienabili. La speranza è che le società sportive interessate ne valutino l’acquisto per il recupero e la futura gestione.

Beneficiari e fruitori
I residenti del quartiere di Ravacciano e delle due contrade che si diramano da P.ta Ovile ne sarebbero i principali fruitori, ma il G.S. Alberino, che si propone per la futura gestione, intende attivarla in modo che l’uso non sia precluso ad alcuno.